Asus MeMO Pad HD 7 e MeMO Pad 10

Smartphone e tablet - Pubblicato il da Mattia Speroni

Asus ha presentato recentemente una serie di nuovi tablet con sistema operativo Android che si posizionano nella fascia medio-bassa del mercato: andiamo a scoprire cosa ci riservano!

Caratteristiche tecniche.

La famiglia di tablet di Asus si compone di molti modelli che cercano di attrarre diverse tipologie di clienti: in questo caso, MeMO Pad HD 7 e MeMO Pad 10 si rivolgono a chi cerca prodotti economici e trasportabili (per il primo) ed economici e con schermo più grande (nel secondo). Come punto in comune per entrambe le unità c'è il sistema operativo Android 4.2.2 (Jelly Bean) che è stato personalizzato dal produttore con alcune modifiche all'interfaccia utente e una serie di applicazioni preinstallate, oltre a quelle fornite solitamente da Google, così da poter dare all'acquirente una base da cui partire senza neanche dover entrare nel Play Store di Mountai View.

Passando invece alle caratteristiche tecniche, il MeMO Pad HD 7 può contare su uno schermo da 7" retroilluminato a LED con risoluzione WXGA (pari a 1280x800 pixel) realizzato con tecnologia IPS mentre il MeMO Pad 10 ha una soluzione da 10,1" sempre con risoluzione di 1280x800 pixel e sempre realizzato con tecnologia IPS ma, avendo una diagonale superiore, non può fregiarsi della sigla HD in quanto il conteggio dei PPI si abbassa drasticamente nei confronti della soluzione da 7". Attualmente sul mercato esistono modelli con risoluzioni molto più alte ma che hanno anche un impatto elevato sul prezzo di vendita, Asus ha quindi scelto di proporre i due MeMO Pad cercando di limitare il budget di spesa e puntando anche a diversificare l'offerta (infatti esistono sia il Nexus 7 2013 che è da 7" con risoluzione Full HD, sia il MeMO Pad FHD 10 che ha uno schermo da 10,1" con risoluzione Full HD. Giusto per citarne due).

A livello hardware troviamo per il MeMO Pad HD 7 un processore quad-core realizzato da Mediatek per conto di Asus a partire da specifiche ARM, più precisamente quelle Cortex-A7, con una frequenza massima di 1,2 GHz e con una GPU PowerVR SGX 544MP. Per il MeMO Pad 10 invece c'è un processore quad-core Cortex-A9 con frequenza di 1,6 GHz e una GPU Mali-400 MP che consente di strappare risultati migliori per quanto riguarda i benchmark mentre in entrambi i casi la quantità di RAM è pari a 1 GB. Per la memoria dedicata allo storage, ci sono soluzioni da 8 GB o 16 GB per entrambi i modelli oltre a un anno di cloud Asus gratuito (con 16 GB di spazio disponibile). 

La connettività prevista in entrambi i casi è quella "base" con Wi-Fi 802.11 b/g/n e Bluetooth (4.0 per il 7" e 3.0+EDR per il 10,1") mentre mancano, anche opzionalmente, quella 3G e 4G LTE che sono invece state riservate a modelli più costosi. Le fotocamere del MeMO Pad HD 7 e MeMO Pad 10 sono rispettivamente da 1,2 MPixel (16 GB) o 0,3 MPixel (8 GB) nel primo caso e da 1,2 MPixel per il secondo quando si parla di quella anteriore mentre per quella posteriore si arriva a 5 MPixel (16 GB) o 2 MPixel (8 GB) e 2 MPixel. Non mancano poi connettori da 3,5 mm per cuffie e microfono, un connettore micro USB e un card reader integrato per schede microSD.

Entrambi i tablet hanno una dotazione base per quanto riguarda i sensori, abbiamo così un compasso digitale, un sensore direzionale e uno di prossimità che consentono di poter sfruttare una serie di funzionalità integrate nell'interfaccia e nelle applicazioni mentre manca, per esempio, quello della luminosità e così il grado di retroilluminazione dovrà essere deciso dall'utente di volta in volta senza poter essere regolato automaticamente in base alle condizioni di luce esterna. La batteria del MeMO Pad HD 7 è da 15 Wh (e da 3807 mV) che dovrebbe garantire 10 ore di utilizzo mentre il MeMO Pad 10 ne ha una da 19 Wh (e da 3884 mV) che dovrebbe avere un'autonomia di 9,5 ore secondo il produttore. Le dimensioni sono, rispettivamente, di 196,8 x 120,6 x 10,8 mm e 256 x 174,6 x 10,5 mm mentre il peso è di 302 grammi e 522 grammi. 

← Introduzione Caratteristiche tecniche Come ci siamo trovati →
comments powered by Disqus