Notebook MSI GS60 2PE Ghost Pro: Recensione

Notebook e Ultrabook - Pubblicato il da Antonio Popone

Scopriamo in anteprima italiana assoluta il nuovo Notebook sottile e leggero quanto performante, equipaggiato con una Nvidia Geforce GTX 870M e dotato di una grande quantità di features. Tutte le nostre analisi e la videorecensione.

Introduzione e Videorecensione.

Abbiamo affrontato qualche settimana fa la questione notebook gaming con il GE70 2PE Apache Pro, oggi ritorniamo a parlarne presentandovi in anteprima europea il nuovo portatile appena introdotto sul mercato italiano da MSI: si tratta del GS60 2PE Ghost Pro. Il primo impatto che si ha su questo prodotto è di un dispositivo estremamente leggero e sottile, tanto da farlo sembrare un ultrabook per videogiocatori, grazie all'hardware al suo interno il GS60 2PE è in grado di sprigionare prestazioni pari ai notebook più blasonati attualmente sul mercato.

 

Equipaggiato con chip grafico Nvidia GTX 870M con 1344 CUDA Core, Clock base a 941Mhz e ben 3GB di memoria RAM dedicata GDDR5 con clock a 2500 MHz, il GS60 Ghost Pro vanta inoltre un processore intel i7 4700HQ da 2,4Ghz e boost a 3,4Ghz con HD Graphics 4600 con clock a 1,2Ghz, 16 GB di memoria RAM DDR3 1600Mhz e un sistema storage composto da un SSD mSata Toshiba THNSNH128GMCT da 128 GB con  1 TB all'interno di un HDD meccanico ausiliario da 7200 giri SATA III.

 

Come per il precedente notebook GE70 2PE Apache Pro, abbiamo una tastiera e touch pad prodotti da Steel Series e un sistema audio stereo di fattura DYNAUDIO equalizzato via software con il sistema Sound Blaster Cinema. La tastiera Steel Series consente di memorizzare con estrema libertà qualunque tipo di combo, e di personalizzare la retroilluminazione led secondo la tavola cromatica RGB, tutto questo è possibile grazie al software pre-installato Steel Series Engine.

Il monitor è di buona qualità possiede qualche punto debole, soprattutto sulla risposta tonale ma nel complesso ci troviamo di fronte ad un monitor Full-HD 1920x1080p da 15,6 pollici brillante ed estremamente fino.

Di seguito riportiamo sinteticamente tutto il resto delle features:

 

La scocca del notebook è in alluminio spazzolato, il che lo rende estremamente leggero, solo 1,9 kg per la precisione, talvolta risulta talmente flessibile da apparire fragile ma con il normale uso quotidiano ci siamo resi conto che la scocca assolve al suo compito al pari dei notebook classici. Lo spessore del GS60 Ghost Pro è di 1,99cm,  parliamo quindi (se consideriamo solo le proprietà fisiche) di un ibrido tra un noteboook ed un ultrabook ad alte prestazioni con spessore e peso identici ad un macbook pro 15 pollici di fascia alta.

Per questioni di peso e spazio non è presente il lettore fisico e la batteria da 4840MhA non è rimovibile ma inglobata all’interno della scocca. Come per tutti i prodotti mobile realizzati da MSI anche il GS60 Ghost Pro possiede due porte mSATA ( di cui una già occupata dal SSD Toshiba ) questo consente di raddoppiare la velocità di lettura e scrittura configurando una modalità in RAID 0 con punte di 950MB in letture a ben 800 in scrittura.

Diamo un occhiata veloce al prodotto di MSI: abbiamo sul lato destro una porta USB 3.0 con modalità Super Charger attiva, ricordiamo che questa modalità aumenta l’amperaggio della porta rendendo più spedita la ricarica di dispositivi mobile. Segue un Lettore Card SD, un uscita HDMI e un uscita mini-Display Port predisposta per il trasferimento dati video in modalità 4K, questo vi consentirebbe di collegare al notebook gli ultimissimi televisori 4K ready e gustarvi filmati ed eventi senza alcun problema.

 

Seguono la porta Ethernet gestita dal sistema Killer Lan E2200 in grado di pulire la banda internet da applicazioni e processi inutili durante il game online, evitando così fastidiosi lag.

Chiude in ultimo un foro per il resetting della batteria in caso di problemi con le percentuali di carica della batteria, e un foro per l’uscita dell’aria dissipata. Rimanendo sulla dissipazione, in questo caso MSI, avendo a che fare con un prodotto estremamente fino ha adottato una soluzione molto interessante per gestire la dissipazione, ovvero due ventole poste ai lati sotto gli altoparlanti, in grado di dissipare sia lateralmente che posteriormente il calore prodotto dal notebook.

Sulla parte sinistra abbiamo jack da 3,5 mm per cuffie e microfono, due porte USB 3.0, lo slot per connettere l’alimentatore esterno da 150 watt, infine lo slot Kensington Lock.

L’aspetto del notebook e in generale molto minimale, e da la sensazione di un prodotto leggero e molto performante. Le prestazioni sono equiparabili a pochi portatili sul mercato a fronte di ciò tuttavia abbiamo un autonomia piuttosto bassa della batteria, non vi anticipiamo altro e passiamo direttamente ai risultati dei nostri test, iniziando dalle performance generali.

Introduzione e Videorecensione Performance, Monitor, Storage →
comments powered by Disqus