Intel Haswell: i7 4770K in test!

Processori - Pubblicato il da Daniele Natale

Quest'oggi Intel si propone in un lancio a tutto tondo con la sua nuova serie di processori Core di 4° generazione sia dal versante Deskto che quello Mobile. I nuovi processori dal nome in codice haswell si pongono l'obbiettivo di rafforzare i punti di forza e colmare quelli di debolezza rispetto alla controparte di sempre AMD.

I processori Haswell.

Quest'oggi ci troviamo a trattare uno di quei lanci che nel corso dell'anno sono ritenuti tra i più "importanti", ovvero quello della nuova generazione di processori Intel della famiglia Core che raggiunge la quarta generazione. Tale generazione prende il nome in codice Haswell e corrisponde, commercialmente, ai nuovi i3, i5 ed i7 4xxx. Il lancio è su vasta scala ed Intel presenta subito un'ampia gamma di processori in diverse declinazioni sia per il mondo Desktop che per quello Mobile; ma prima di andare a vedere i singoli modelli iniziamo col definire le caratteristiche comuni dei nuovi processori Haswell.

I nuovi processori sono caratterizzati dal medesimo processo produttivo a 22nm e Mosfet Tri-Gate 3D della precedente generazione Ivy Bridge ampiamente analizzata; con un Die Size di 177mm2 e circa 1,4 milioni di transistors che variano a seconda dello specifico modello. Sullo stesso die convivono i 4 core CPU, GPU integrata ed il Memory Controller con la Cache L3 condivisa.

intel Haswell

Le novità dal fronte CPU ci sono ma non sono in realtà così marcate come si potrebbe pensare dal fronte prestazionale. Principalmente riguardano ottimizzazioni dei consumi energetici che trovano la loro principale concretizzazione nelle versioni mobile che analizzeremo più avanti. Piccole migliorie sui processi interni di fetch e branch predication permettono di aumentare marginalmente l'IPC insieme ad una cache L2 più ampia. Miglioramenti anche per quanto riguarda la sotto-unità di virtualizzazione che è ora più reattiva. Miglioramenti più consistenti co sono invece sul Memory Controller integrato che riesce adesso a gestire, ufficiosamente, moduli RAM dalle frequenze più alte.

Intel Haswell

Un refresh anche sotto l'aspetto degli Istruction Set integrati nel chip, con l'introduzione, per la prima volta, del nuovissimo pacchetto AVX2, il quale è a sua volta una collezione di ISA sia per il calcolo in virgola mobile che per quello a numeri interi. Per tale motivo i benefici dall'introduzione dell'AVX2 saranno a tutto tondo sia sotto l'aspetto videoludico che in quello multimediale o di calcolo puro. Tuttavia bisognerà aspettare che tali istruzioni siano sfruttate ed implementate anche lato software con opportuni aggiornamenti da parte dei produttori per ottenere il reale beneficio in termini di prestazioni.

intel haswell

Una modifica architetturale degna di nota è costituita invece dall'inclusione nel package del processore, ma su un die separato, di un modulo di memoria eDRAM dedicato che aiuterà ad incrementare decisamente le prestazioni della GPU integrata e le latenze di comunicazione con i Core. Tale implementazione è prevista solo per una particolare famiglia di IGP che vedremo più avanti.

Intel Haswell

Il modulo eDRAM integrato nel package ci introduce a parlare proprio della GPU integrata, dove si trovano le maggiori e sostanziali innovazioni, in quanto, come è noto, proprio su questo aspetto Intel resta fortemente dietro la rivale AMD, nonostante già con Ivy Bridge abbia dato una decisa accelerata in questa direzione.

HD 4600

Come prima cosa segnaliamo come novità assoluta l'introduzione di una seconda famiglia di GPU integrate che si affiancheranno alle nuove HD 4600, HD 4400 ed HD 4200 che succede alla HD 4000 presente nei processory Ivy Bridge. Si tratta della nuova famiglia di IGP dal nome in codice Iris che sarà presente nelle declinazioni commerciali HD 5200 ed HD 5100. Tali GPU, dalle prestazioni inferiori rispetto alla HD 4600 a dispetto di una numerazione più alta, sono dedicate a specifici modelli di processori dedicati ai settori ultrabook, desktop all-in-one e dispositivi mobile ultra low power che avremo modo di visionare più avanti. Per tale ragione, le GPU Iris sono particolarmente attente ad una assoluta massimizzazione dell'efficienza e contenimento di calore e consumi.

intel hd 4600

Entrambe le famiglie di GPU integrano svariate migliorie, oltre ovviamente a quelle prestazionali in termini di frequenza che analizzeremo più avanti. Trova spazio il supporto alle librerie DirectX 11.1, OpenCL 1.2 ed OpenGL 4.0, una importante funzione multimonitor "3 screen collage display" del tutto simile alla versione base dell'Eyefinity di AMD capace di collegare in parallelo fino a 3 monitor e il supporto alla nuova uscita video Display Port 1.2, grazie alla quale è garantita compatibilità fino alla risoluzione di 4k. Anche l'utility Intel Quick Sync Video analizzata in occasione della presentazione di Ivy Bridge è stata aggiornata per ottenere prestazioni ottimizzate con i nuovi chip video.

Intel Iris

Insieme ai nuovi processori Haswell, Intel introduce anche il nuovo socket LGA 1150 non retro-compatibile con precedenti versioni. Questo implica un aggiornamento completo dell'accoppiata CPU-Scheda Madre per chi vorrà dotarsi di questi processori. Con il socket LGA 1150 arriva anche il nuovo chipset Z87 che apre quindi l'ottava generazione di chipset Intel. Aumentano il numero di potre USB 3.0 che passano da 4 a 6 così come il numero di porte SATA 3 dalle precedenti 2. Infine segnaliamo il totale abbandono del classico slot PCI che era già stato omesso in molte versioni finali di schede madri e ora non potrà più essere incluso anche volendo.

intel Z87

Nessuna variazione sulla quantità di linee PCI-Express con configurazioni video massime di 2 schede in parallelo 8X/8X elettrico. Invariate anche le altre caratteristiche come la scheda Ethernet Gigabit e quella audio integrata o il supporto alle tecnologie Intel Rapid Storage, Intel Smart Connect ed Intel Rapid Start già discusse e descritte più volte. Il supporto alle memorie RAM ufficiale resta a 1600 MHz per motivi di certificazione , ma questo limite nella pratica è stato già ampiamente superato dalle precedenti generazioni di processori Intel e con questi nuovi processori Haswell notizie non confermate affermano che si potranno utilizzare stabilmente e senza troppe difficoltà moduli di memoria sino ai 2900-3000 MHz di default.

Z87

Dopo questa ampia panoramica possiamo andare finalmente a svelare i processori presenti sin da subito al lancio che rappresentano già una vasta gamma. Per il settore Mobile troviamo la classica serie M ed MX per le fascie Performance ed Enthusiast tradizionali ai quali si affianca la serie H per gli ultrabook ad alte prestazioni e la serie U per gli ultrabook di fascia media. Infine chiude la serie Y per i dispositivi ultra-portatili come i tablet o i netbook di fascia bassa. Sul fronte desktop c'è la classica serie K per la fascia alta dotata, come sempre, di moltiplicatore di frequenza CPU sbloccato verso l'alto, mentre i processori di fascia Performance non utilizzano nessuna lettera identificativa. La lettera identificativa torna a comparire per i processori serie S e serie T che indicano rispettivamente i modelli a basso consumo (65W) e bassissimo consumo (35-45W). Infine segnaliamo il ritorno di una particolare serie di processori destinati sia ad alcuni modelli di notebook mobile che ai PC Desktop All-in-One come le future generazioni di Intel NUC: la serie R. Tale serie di processori, invece di utilizzare il socket LGA 1150 utilizzano il socket BGA, ovvero risultano saldati direttamente alla scheda madre senza possibilità di essere cambiati.

haswell

I processori al lancio fanno parte delle sotto-famiglie i7 ed i5 e sono tutti modelli quad-core, con gli i7 che, come al solito, sono anche provvisti di tecnologia Hyper-Threading per raddoppiare virtualmente i core processando fino ad 8 thread simultaneamente. Tutti i processori inoltre adottano la GPU integrata top di gamma HD 4600 che tuttavia opera ad una frequenza variabile da 1150 a 1250MHz a seconda dello specifico modello. La cache L3 unificata ha la dimensione di 8MB per gli i7 e 6MB per gli i5. Nessuna particolare salto in avanti in termini di frequenze che rimangono simili a quelle della precedente generazione.

haswell lista processori

intel haswell list

Unica eccezione a quanto detto sopra è rappresentata dal modello i5-4570T che è l'unico dual-core con Hyper-Threading presente al lancio con una cache L3 di 4MB e un TDP ulteriormente ridotto a 35W. Mancano, per ora, i modelli di fascia medio-bassa i3 o modelli dual-core classici che saranno presentati successivamente. Tuttavia già 13 nuovi modelli per il solo settore Desktop rappresentano un lancio decisamente importante con ampia scelta iniziale.

Intel haswell

I prezzi consigliati ricalcano in buona sostanza quelli dei rispettivi modelli Core di terza generazione che vanno a sostituire, come da tradizione Intel, con una lievissima tendenza al ribasso di pochi dollari che non può che far piacere. Il modello i7 4770K rappresenta quindi il nuovo top di gamma e sarà oggetto nel seguito di benchmark prestazionali e test più approfonditi grazie all'arrivo di un sample in redazione.

I processori Haswell Il mondo Mobile secondo Intel →
comments powered by Disqus