MiniPC Gigabyte Brix 3000 - Recensione

Processori - Pubblicato il da Pierpaolo Regnante

In questa recensione analizziamo il MiniPC Gigabyte Brix 3000, un prodotto molto economico che si presta bene come compagno per le attività di home-office quotidiane!

La prova.

Il mercato dei MiniPC è privo di grande concorrenza, spesso però prodotti compatti e sufficientemente potenti sono molto richiesti per utilizzi home-office, in questa recensione dunque vi presentiamo il Gigabyte Brix 3000, una soluzione economica e compatta molto interessante!

Gigabyte Brix 3000 - Recensione

Gigabyte Brix 3000 - Caratteristiche

Il Gigabyte Brix 3000 è un MiniPC molto compatto dotato di processore Intel Celereon N3000, un dual core a 14 nanometri operante ad 1.04 GHz con boost a 2.08. Il punto di forza di questa CPU è senza ombra di dubbio il TDP pari a soli 4 Watt, che lo rende utilizzabile con sistemi di dissipazione passivi.

Questo MiniPC, come spesso accade, viene venduto privo di RAM, HDD/SSD ed in alcuni mercati anche di scheda WiFI. Se a primo impatto tale caratteristica può sembrare negativa, a conti fatti non fa che aumentarne l'appeal in termini di prezzo. Per funzionare necessita di un banco di memoria RAM DDR3L SO-Dimm da 1.35 volt, RAM molto comune nei sistemi moderni e che può esser acquistata a meno di 20 euro per un quantitativo pari a 4 gigabyte. Può ospitare HDD o SSD Sata 6 Gbps da 2,5 pollici i quali possono essere acquistati della capacità desiderata consentendo al cliente di scegliere tra lo spazio di archiviazione elevato dei comuni HDD o le prestazioni di un SSD.

Il Gigabyte Brix 3000 si presenta come un MiniPC dalle dimensioni molto contenute, basti pensare che misura solamente 56.1 x 107.6 x 114.4 millimetri. Sulla parte frontale troviamo due porte USB 3.0 ed un lettore di schede MicroSD; subito al di sopra, sulla parte alta di questo computer, è collocato il pulsante di accensione.

Girando il Brix in senso orario vediamo che sul lato destro è posizionata solamente una griglia per il ricircolo dell'aria, al contrario, sul lato sinistro troviamo una uscita video VGA, un jack per il microfono ed un jack per l'uscita audio.

Il maggior numero di porte I/O, come di consueto è posizionato nella parte posteriore del prodotto, e vi troviamo una porta Gigabit ethernet, altre due porte USB 3.0, una uscita video HDMI, un connettore di sicurezza Kensington e per finire il connettore di alimentazione del MiniPC.

 

Per montare l'hardware necessario al corretto funzionamento del sistema bisogna accedere all'interno di questo Gigabyte Brix 3000: per farlo è sufficiente svitare le 4 lunghe viti poste alla base del dispositivo, svitate queste ultime la base potrà essere sollevata, e si avrà così accesso alla staffa per l'hard disk, al connettore per la RAM ed al connettore M2 per la scheda WiFi.

 

Come possiamo notare lo spazio a disposizione non è molto, ma Gigabyte ha abilmente posizionato i vari slot in modo da contenere il tutto senza aumentare eccessivamente gli ingombri del prodotto. Lo slot della ram come anticipato, è di tipo SO-Dimm ed è indicato su un'etichetta il tipo di memoria da utilizzare, ossia DDR3L (Low Voltage) da 1.35V. Il sistema supporta un banco fino a 1600 MHz di velocità, fate bene attenzione però ad acquistare un modello DDR3L perchè altri banchi di RAM anche con il voltaggio adeguato, non permetteranno al sistema di eseguire il Boot.

Per quanto concerne l'HDD o l'eventuale SSD, questo viene posizionato su di una staffa montata sulla base del MiniPC. Per questa recensione abbiamo adoperato un SSD che avevamo a disposizione e lo abbiamo collegato con il connettore Sata che fuoriesce dalla scheda madre del Brix.

 

Come anticipato precedentemente il Gigabyte Brix 3000 viene venduto sia nella variante con scheda Wi-Fi, sia in una variante che ne è priva, come il sample da noi recensito. Anche qui il problema è relativo. Le porte USB 3.0 non sono poche, la porta ethernet è presente, ed una scheda Wi-Fi integrata da inserire nello slot M.2 NGFF la si può acquistare ad una ventina di euro.

All'interno della confezione di vendita troviamo, poi, oltre all'alimentatore, anche una comoda placca VESA per attaccare il Gigabyte Brix 3000 sul retro di monitor compatibili. Abbiamo particolarmente apprezzato la presenza della staffa in bundle, in quanto un sistema così compatto, con un monitor adeguato, potrebbe rappresentare l'alternativa low cost a soluzioni All-in-One tanto di moda in uffici e pubblici esercizi.

 

Gigabyte Brix 3000 - Prestazioni

Nel corso dei nostri test abbiamo sottoposto il Gigabyte Brix 3000 ad una serie di Benchmark e prove pratiche di utilizzo. Mentre sotto l'aspetto puramente prestazionale l'N3000 Intel non offre risultati particolarmente appetibili, nell'utilizzo quotidiano la piattaforma nel suo complesso si fa apprezzare, grazie ad una discreta fluidità di tutti quegli applicativi caratteristici di un utilizzo base di cui la maggior parte dell'utenza necessita.

Abbiamo iniziando sottoponendo il Gigabyte Brix 3000 al consueto PC Mark 8, nella modalità tradizionale ed in quella accelerata. Come da aspettative i risultati ottenuti sono di basso livello. I valori registrati variano ovviamente anche in base alla RAM ed all'SSD adottato e sarebbero potuti migliorare con SSD di ultima generazione. Ciò nonostante questo test è puramente indicativo dato che la piattaforma è fatta per soddisfare esigenze base come navigazione web o utilizzo di fogli di calcolo.

 

Successivamente abbiamo testato l'Intel N3000 anche con il noto Cinebench R15 ottenendo risultati in linea con le nostre aspettative. Abbiamo approfittato del carico di lavoro esercitato da questo ultimo bench per analizzare il dissipatore e possiamo dunque notare come la temperatura resti dentro range accettabili nonostante la mancanza di una dissipazione attiva.

Proseguendo con i nostri test siamo passati ad analizzare aspetti più comuni, come ad esempio la riproduzione di un flusso video in alta definizione. Utilizzando il browser EDGE di Windows 10 siamo riusciti a riprodurre senza il minimo problema un filmato in risoluzione 4K, con un carico della CPU stabilizzato attorno al 50% di utilizzo. Si tratta chiaramente di un ottimo risultato che prova come i benchmark, non sempre, siano uno specchio fedele delle reali prestazioni di un prodotto.

Gigabyte Brix 3000 - Conclusioni

Il MiniPC Gigabyte Brix 3000 è senza ombra di dubbio un prodotto interessante per quanto concerne il prezzo di vendita ed il form factor estremamente compatto. Dobbiamo ammettere che in un prodotto desktop di questo tipo ci saremmo aspettati almeno un processore Intel N3050. Quest'ultimo viene integrato in molti portatili economici sul mercato ed è leggermente più prestante a fronte di un paio di watt in più sul TDP. Non nascondiamo poi che utilizzando Chrome, ben più pesante ed esoso di energie rispetto a EDGE, abbiamo subito più di qualche rallentamento.

Nel complesso però non si può valutare negativamente il Gigabyte Brix 3000; Word, Excel, Power Point, EDGE, Adobe Reader e programmi di questo genere funzionano senza alcuna incertezza. Lo si può acquistare a circa 120/130 euro, con altri 20 euro si può comprare un banco di RAM DDR3L da 4 GB e con altri 45 euro un SSD da 120 GB per dare una spinta prestazionale alla piattaforma.

Con meno di 200 euro, si può ottenere un sistema compatto, sufficientemente prestante per le necessità quotidiane dell'utente medio, poco esoso di energia, e con un comparto I/O per niente risicato che consente all'utente di gestire addirittura due monitor, uno tramite VGA ed uno tramite porta HDMI.

Ringraziamo Gigabyte per il sample fornitoci ed assegniamo il nostro award "Gold Performance" con 3,5 stelle su 5.

La prova
comments powered by Disqus