Silverstone Tundra TD02-E - Recensione

Overclock & Cooling - Pubblicato il da Simone Todon

In questa recensione analizzeremo il dissipatore AIO SilverStone Tundra TD02, caratterizzato da un radiatore da 240mm e prestazioni degne di nota.

Caratteristiche e prestazioni.

Silverstone è uno dei grandi nomi nel settore hardware per personal computer, ed è un produttore rinomato per le sue soluzioni sempre al top nel rapporto qualità-prezzo. Da qualche tempo l’azienda con sede a Taiwan ha deciso di cimentarsi nella produzione di AIO e nello specifico oggi analizzeremo la loro proposta top di gamma il Silverstone Tundra TD02-E.

Silverstone Tundra TD02-E - Recensione

Gli AIO ormai hanno preso quasi il sopravvento sui classici cooler ad aria grazie alle loro prestazioni ed in generale, grazie ad una maggior praticità d’uso. Silverstone Technology, sempre attenta alle esigenze del mercato, ha deciso di introdurre in questo segmento la serie Tundra, caratterizzata da quattro modelli visibili tramite questo link.

Iniziamo dunque analizzando il packaging del Tundra TD02-E inviatoci per questa recensione.

 

La confezione, data la dimensione, ci fa subito capire il tipo di radiatore adottato in questo modello, e risulta essere molto solida e curata; l’AIO in questione infatti è dotato di un radiatore da 240mm ed offre la possibilità di installare due ventole da 120mm che Silverstone fornisce in bundle. Il retro della confezione riporta tutte le caratteristiche salienti del prodotto riportate in una comoda tabellina.

  

Andiamo quindi ad effettuare l’unboxing del Tundra TD02-E e osserviamo subito come il prodotto sia protetto da uno strato di nylon per prevenire graffi e abrasioni, nonché adeguatamente riposto in un alloggiamento di cartone decisamente robusto per evitare danneggiamenti dell’unità

All’interno della scatola bianca che si può vedere nella foto è riposto tutto il necessario per montare il TD02-E nel nostro sistema. Troviamo nello specifico:

  • Un adattatore da Molex a 3 pin
  • Distanziali plastici per il backplate
  • Distanziale in gomma specifico per socket 775
  • Backplate
  • Staffe aggiuntive per AMD
  • Pasta termica
  • Splitter a Y per le ventole
  • Viti di fissaggio e dadi a molla
  • Viti per il montaggio delle ventole

Passiamo ora al corpo del prodotto vero e proprio; al tatto il Silverstone Tundra TD02-E restituisce subito una bella sensazione di solidità, il gruppo pompa nello specifico è costruito interamente in metallo, aumentando quindi sia la durabilità, sia le prestazioni grazie ad un maggior scambio termico. Ad essere in alluminio, poi, è anche il sistema di bracci per il montaggio, i quali grazie al materiale più solido non si fletteranno o danneggeranno in caso di montaggi ripetuti.

Molto bella è la copertura della pompa in plastica lucida nera ed il logo Silverstone, che a sistema acceso si illumina di una gradevole luce blu. Soluzione sicuramente apprezzata da quel pubblico che adotta case con paratie trasparenti per poter ammirare il proprio hardware.

Andando ad analizzare la base notiamo come la parte di contatto con la CPU non sia purtroppo lucidata a specchio ma solo spianata, ma nonostante questo la superficie risulta perfettamente piatta garantendo quindi un contatto comunque ottimanle con l’HIS del processore.

Il radiatore risulta essere il vero punto di forza di questo Tundra; dotato di un design proprietario per quanto riguarda la struttura lamellare promette e garantisce prestazioni degne di nota grazie ad un migliorato scambio termico dovuto al modo in cui i PIN radianti sono saldati ai “canali” di trasporto dell’acqua.

Tale differenza rispetto ai radiatori tradizionali la si evince osservando il dettaglio delle lamelle nella foto di sinistra, rispetto alla disposizione classica nella foto destra.

Un dettaglio puramente estetico ma sicuramente interessante, è dato dalla finitura carbon look dei bordi del radiatore perché, giustamente “anche l’occhio vuole la sua parte”.

Le ventole fornite in bundle con il Tundra TDO2-E sono da 120mm ad alta pressione statica con 3.5mm/h2o dichiarati dal produttore. Tali ventole utilizzano un design particolare delle pale per aumentare l’efficienza in fase di rotazione e quindi pescaggio dell’aria senza generare un elevato livello sonoro. Tali soluzioni sono individuabili nella fotografia sottostante, parliamo nello specifico di quel piccolo “flap” presente sulla parte alta della pala il quale aiuta a ridurre le emissioni acustiche generate in rotazione.

La “seghettatura” che si nota invece alla fine del bordo inferiore della pala, aiuta a restringere il cono d’aria generato dalla ventola incrementando quindi l’efficienza e la direzionalità, dettaglio molto utile quando vengono utilizzate su di un radiatore. Come se non bastasse sono entrambe di tipo PWM, rendendo possibile una miglior regolazione della velocità in base al carico sostenuto.

Silverstone Tundra TD02-E - Specifiche

Silverstone Tundra TD02-E - Prestazioni

Passiamo ora alla fase di test. La nostra piattaforma dedicata ai test sui dissipatori sfrutta un Intel Core i7 3770k alquanto particolare, il suo chip infatti appartiene a quei rari esemplari capaci di raggiungere 6.5GHz sotto azoto, tale caratteristica però lo rende anche più impegnativo sotto il profilo termico rispetto ad altri esemplari dello stesso modello. In parole povere, a parità di frequenza genera più calore della media dei 3770k. La parte iniziale del test ha visto il dissipatore fronteggiare l’i7 3770k a frequenze stock (3.5GHz), e ci siamo avvalsi dell’utility OCCT in modalità dati medi per portare al massimo carico il processore. Il test è stato condotto utilizzando non la pasta termica in dotazione bensì la Artic MX4 per uniformità di risultati. Lo stress test ha avuto una durata totale di 30 minuti. Successivamente abbiamo testato il dissipatore con la CPU ed un overclock daily nell’ordine dei 4 GHZ @ 1.18V.

A causa dell'impossibilità di paragonare questo Tundra con altri dissipatori a causa di una modifica nei settaggi del profilo OC rispetto ai precedenti test, riportiamo per correttezza solamente i risultati ottenuti con questo modello. 

Con l'Intel i7 3770k il Silverstone Tundra TD02-E ci ha permesso di reggere un profilo a 4 GHz con temperature di 33 gradi in situazione IDLE, e 65 gradi durante una sessione di OCCT, considerando il processore molto esigente in termini di prestazioni, ed il caldo di questo periodo, siamo assolutamente soddisfatti dalle temperature mantenute.

Silverstone Tundra TD02-E - Conclusioni

I risultati ottenuti con il Silverstone Tundra TD02-E sono veramente di alto livello, considerando il temperamento “focoso” della nostra CPU, questo AIO si è comportato benissimo mantenedo temperature sempre accettabili, e se mantenuta la frequenza stock, possiamo dire quasi glaciali, paragonabili ad un impianto aliquido custom entry level.

Tirando le somme, dunque, non possiamo che consigliare l’acquisto di questo prodotto, prestazioni al top, qualità costruttiva eccellente. Il prezzo, poi, molto competitivo che si attesta sui 100 euro circa, lo rende un must have per chiunque voglia prestazioni da custom con la comodità di un all in one.

Ringraziamo Silverstone per il sample fornitoci ed assegniamo il nostro award "Gold Performance" con 4 stelle su 5!

Caratteristiche e prestazioni
comments powered by Disqus