Siamo qui oggi a parlare nuovamente di un prodotto Cooler Master: infatti, dopo l’ottimo Nepton 140XL, oggi analizzeremo l’alimentatore Cooler Master G750M.

Cooler Master G750M – Introduzione

Cooler Master è sicuramente conosciuta dalla maggior parte delle persone per la sua completissima linea di case, ma non si sofferma soltanto su tipologia di prodotti, bensì spazia un po’ ovunque in questo settore presentandoci ventole, dissipatori, periferiche gaming e, come già detto, alimentatori.

Il prodotto di cui tratteremo in questa recensione è il G750M, modello di punta delle serie G, che con i suoi 750W risulta essere un prodotto pensato per i gamer che vogliono una buona PSU capace di alimentare anche configurazioni multiGPU, senza però essere un prodotto troppo costoso. Il prezzo, che si attesta infatti attorno ai 100 euro, lo rende un ottimo alimentatore in virtù anche delle prestazioni generali veramente molto buone, come vedremo più avanti nel corso della review.

Cooler Master G750M – Recensione

La confezione si presenta ben curata e dà un chiaro senso di solidità al tatto, facendoci ben sperare per quanto riguarda la protezione della PSU al suo interno. Scorrendo i lati della stessa possiamo leggere i dati salienti riguardanti il prodotto, come i dati di targa (potenza erogata e amperaggi sulle varie linee), curva di efficienza, curva di controllo della ventola, protezioni presenti, ecc.; possiamo quindi carpire le informazioni basilari sul prodotto senza nemmeno aprire la confezione.

Una volta aperta la confezione scopriamo il prodotto e il bundle presente. Il Cooler Master G750M si presenta come una PSU semimodulare poiché possiede tutti i cavi di carico, ovvero quelli che si appoggiano maggiormente alla 12V e che fuoriescono direttamente dall’unità; la cosa potrebbe sembrare un po’ strana in quanto il PSU viene presentato come modulare, ma questo dettaglio risulta vero a metà. È un elemento da tenere ben in osservazione durante la scelta di un eventuale case, in quanto le operazioni di cable management risulteranno un pelo più ardue.

La modularità consiste quindi nel poter scegliere se e quanti cavi SATA o MOLEX poter connettere in base alle nostre necessità, e nello specifico troviamo 8 connettori SATA, 6 connettori MOLEX e uno per il lettore floppy. Completano il bundle il manuale di istruzioni, 4 viti per il montaggio e il cavo di alimentazione; è quindi un bundle essenziale, ma che non ci fa mancare niente per quanto riguarda l’uso della PSU.

L’unità in sé presenta dimensioni veramente contenute che si attestano a 150*140*86mm, e questo lo rende adatto ai cabinet piccoli che sono molto richiesti in questo periodo, e non stonerebbe nemmeno se usassimo un bel case finestrato: il Cooler Master G750M, infatti, è rifinito molto bene con una verniciatura uniforme e di ottima qualità, il logo stampato sul corpo è nei toni del bianco e del grigio, che lo rende molto “elegante”. Molto bella è anche la griglia di protezione per la ventola, che non è la classica griglia circolare, bensì possiede un taglio a nido d’ape sul lato superiore dell’unità; questa è una feature estetica veramente di buon gusto che ci fa ben sperare per quanto riguarda la qualità costruttiva della circuiteria interna vera e propria.

Infatti passando all’analisi interna del prodotto, notiamo subito un ottima pulizia nel montaggio, che risulta molto ordinato e con una buona spaziatura dei componenti; quest’ultimo dettaglio è veramente importante soprattutto per il raffreddamento delle componenti di potenza, che sono dotate dei dissipatori, miglior ricircolo, miglior raffreddamento, vita più lunga e miglior rendimento. Le saldature dei componenti sono pulite e non bruciate o abbondanti.

Cooler Master G750M – Specifiche Tecniche

Riportiamo per comodità tutte le principali caratteristiche del G750M all’interno di una tabella riassuntiva:

EFFICIENZA

CARATTERISTICHE

BUNDLE

CARICO del 20% – 88% Ingressi 100/230V 60/50Hz PFC Attivo 1*24pin ATX
  +3,3 & +5V (22A)   120W 1*4+4pin
CARICO del 50% – 89% +12V (62A)             744W 4*6+2pin
  -12V (0,3A)             3,6W 8*SATA
CARICO del 100% – 86% +5Vsb (2,5A)           12,5W 6*4pin MOLEX
    1*4pin FLOPPY

Tra le caratteristiche più interessanti troviamo la curva di attivazione della ventola, che viene regolata in base al carico a cui è sottoposta la PSU; ciò permette di mantenere il livello sonoro sempre al più basso possibile, e dai nostri test questo è comunque risultato praticamente inudibile, anche grazie ad un’ottima qualità costruttiva dell’assemblato pale-motore. La lista delle protezioni di cui è dotato questo Cooler Master G750M è veramente di alto profilo, OVP/UVP/OPP/OTP/OCP/SCP: in pratica la PSU possiede tutte le protezioni di cui potremmo aver bisogno. Nello specifico parliamo di protezione da sotto/sovratensione (OVP/UVP), protezione da sovraccarico (OPP), da surriscaldamento (OTP), da sovracorrente (OCP) e ovviamente la protezione per eventuali cortocircuiti (SCP).

Parlando invece di potenze in gioco, possiamo dire che il G750M può gestire senza problemi VGA abbastanza ingorde di energia, e questo possiamo capirlo controllando l’amperaggio che è in grado di erogare dalla linea dei +12V (ovvero 62A). Facendo quindi un semplice calcolo possiamo dedurre che il wattaggio in grado di erogare arriva a circa 740W, un valore di tutto rispetto.

Cooler Master G750M – Test di carico

Dopo questo percorso prettamente visivo, lasciamo ora parlare i risultati dei nostri test di carico: la nostra configurazione di prova, dotata di i7 3770K e HD6990, è stata capace di portare la PSU ad un carico di circa il 60%, arrivando a picchi di assorbimento di circa 420/430W. Questo rappresenta una situazione abbastanza reale di quello che potrebbe essere un PC gaming abbastanza potente e dotato di una configurazione multiGPU.

Nelle situazioni di massimo sforzo, durante i nostri test con 3DMark le principali linee di voltaggio hanno subìto oscillazioni veramente minime. Questi dati possiamo notarli dai grafici, confermando quella che era la nostra impressione iniziale sul prodotto.

Soprattutto la linea dei 12V messa maggiormente sotto stress dalla HD6990 (ricordiamo che è una vga dualGPU) subisce una flessione veramente minima attestandosi attorno ai 0,05V.

Cooler Master G750M – Conclusioni

Concludendo, questo Cooler Master G750M ha tutte le carte in regola per poter esser consigliato a chiunque necessiti di una PSU dotata della tipica qualità Cooler Master, restando comunque un prodotto appartenente alla fascia di prezzo economica del mercato.

Il Cooler Master G750M è, inoltre, capace di sostenere anche configurazioni multiGPU senza alcun tipo di problema. Se proprio volessimo trovare una pecca potremmo menzionare il bundle un po’ risicato ed una modularità che non è realmente totale. Complessivamente quindi tenendo conto della qualità generale e delle performance assegnamo il nostro award “Gold Performance” con 4 stelle su 5!

Ringraziamo Cooler Master per il sample fornitoci.