Il nuovo modello si chiama HP Elite X2 X1012 (e nome in codice Meritage) e non è confondere con il precedente X1011 (visto che si tratta di un prodotto totalmente nuovo a livello di contenuti e struttura).

Abbiamo parlato recentemente di HP (che è il caso di specificare, è HP Inc.) con il nostro articolo che spiegava come l’azienda intende muoversi per il periodo di Natale 2015 e per la Primavera 2016, ma quello di cui non potevamo ancora scrivere è il nuovo prodotto oggetto di questo articolo, considerando che l’embargo è scaduto proprio oggi, 20 Novembre 2015.

HP Elite X2 X1012

Come spiegato da Giampiero Savorelli (PC Category Director di HP Italy) questo nuovo HP Elite X2 X1012 è una soluzione che consente alla società statunitense di rafforzare la propria presenza nel crescente mercato dei convertibili 2in1 (al contrario delle soluzioni desktop che attualmente non vedono un incremento sensibile nelle vendite) cercando di offrire a professionisti, aziende PMI o grandi corporate un prodotto versatile e in grado di accontentare sia chi cerca un tablet ma anche chi vuole un notebook/ultrabook o, infine, chi cerca entrambe le possibilità e che in caso di bisogno possa passare da una all’altra in maniera veloce e semplice anche “on-the-go”.

Il nuovo HP Elite X2 X1012 si configura come un’unità che risponde a tre requisiti fondamentali il design, la sicurezza e la produttività e che può essere utilizzata sia per la vita privata sia per la parte lavorativa senza dover necessariamente ricorrere a due diversi dispositivi. Uno dei vantaggi dato dall’aspetto del design è che essendo questo HP Elite X2 X1012 pensato per un ambiente di lavoro (dove ogni contrattempo significa anche una perdita di denaro) le necessità dell’utente vengono privilegiate sia per quanto riguarda il design costruttivo sia per quanto riguarda la configurabilità e i vari accessori opzionali sia per quanto riguarda la sicurezza con un lettore d’impronte integrato.

La resistenza e l’affidabilità sono stati due aspetti tenuti in grande considerazione durante lo sviluppo di questo nuovo prodotto tanto che la costruzione si affida a materiali come alluminio con una struttura unibody per lo chassis (così come è di metallo anche lo stand posteriore) mentre il vetro anteriore (e la zona posteriore dove si trovano flash, fotocamera e antenne) è Gorilla Glass 4 realizzato da Corning che consente di resistere a graffi, offrendo anche spessore contenuto e resistenza maggiore a cadute o urti accidentali tipici di quello che è un prodotto destinato a essere utilizzato spesso in mobilità e al di fuori dell’ufficio.

HP Elite X2 X1012

HP Elite X2 X1012: le caratteristiche tecniche

L’HP Elite X2 X1012 ha uno schermo frontale da 12″ con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel), un aspect-ratio di 3:2 e con una tecnologia touch sviluppata in collaborazione con Wacom che permette di sfruttare anche l’active pen (con 1024 livelli di pressione) con la possibilità di lanciare applicazioni grazie ai tasti funzione incorporati e che è una dotazione standard all’interno del pacchetto fornito dalla società statunitense e che permette di utilizzare la firma grafometrica e certificabile in caso di firme di contratti e altro genere di documenti. Il peso complessivo dell’unità, senza tastiera, è di circa 840 grammi mentre lo spessore si assesta sugli 8,1 mm.

La tastiera magnetica “travel keyboard” (dal peso di circa 395 grammi ed ha uno spessore di 1,5 mm) utilizza tasti di dimensione standard e non ridotta realizzati in maniera tale che le serigrafie e le scritte non si cancellino anche dopo un utilizzo intenso di diversi anni. Sempre la tastiera non ha una batteria al suo interno pur essendo retroilluminata ed è quindi di tipo passivo prendendo l’energia necessaria al funzionamento attraverso il connettore collegato al dispositivo principale. Esiste anche una “advanced keyboard” che ha al suo interno una smartcard e la tecnologia NFC.

Le tastiere saranno fornite con alcuni bundle che HP sta ancora decidendo e ci sarà anche la possibilità di acquistare solamente l’HP Elite X2 X1012 senza alcuna tastiera o di scegliere di avere layout diversi da quello italiano (che comunque sarà presente sin da subito) in quanto la compatibilità è identica per ogni nazione.

HP Elite X2 X1012

Per quanto riguarda la connettività, troviamo 4G LTE, 3G (con entrambe le connettività offerte da un modem Qualcomm X5 LTE), Wi-Fi, Bluetooth integrati mentre la batteria dovrebbe garantire, stando alla società, fino a 10 ore di autonomia. Una menzione particolare va alla connettività WiGig che consente di collegare il convertibile a una docking station senza cavi (a una distanza di circa 1,5 metri al massimo) e poter lavorare con mouse, tastiera e monitor presenti sulla scrivania (e il tutto senza particolari configurazioni da effettuare).

Le porte di connessione comprendono una USB 3.0 Type-A, una USB 3.0 Type-C (che serve anche per ricaricare il dispositivo tramite l’alimentatore), jack audio 3,5 mm per cuffie e microfono, sistema di sicurezza Kensington Lock mentre il sottosistema audio è stato pensato e progettato insieme a Bang&Olufsen (B&G) che è partner di HP da circa un anno (dopo che Apple ha acquisiti Beats, precedente partner della società statunitense).

La fotocamera posteriore è da 5 MPixel di risoluzione con flash LED mentre quella anteriore è da 2 MPixel mentre i processori sono Intel Core M vPRO di sesta generazione (nome in codice Skylake) con diverse possibilità di configurazione così come diverse sono le configurazioni per quanto riguarda la memoria RAM e lo spazio di storage (su SSD) da 256 GB o 512 GB.

HP Elite X2 X1012

HP ha certificato l’Elite X2 X1012 per cadere fino a 1 metro d’altezza senza riportare danni gravi che necessitino di riparazione. Il kickstand posteriore ha una forma molto sottile ma è, come scritto sopra, realizzato in metallo e in grado di avere un’angolo di apertura fino a 150°. Per far capire ulteriormente quanto HP si sia impegnata sotto il profilo della resistenza delle componenti, basti pensare che questo prodotto è stato testato per aprire e chiudere la tastiera per 25 mila cicli, il kickstand ha subito un processo di apertura e chiusura di 10 mila cicli mentre l’Envy X2 X1012 è passato anche per il rigido Military-Standard 810 (da non confondere con le certificazioni IP che sono diventate famose per l’adozione nel campo degli smartphone) che ha verificato come ci sia una resistenza a condizioni particolarmente avverse, pur non potendosi considerare un vero e proprio prodotto rugged.

HP Elite X2 X1012

Tornando a parlare della sicurezza, oltre al sensore d’impronte integrato nella parte posteriore troviamo una serie di tool software che consentono di salvaguardare al meglio il dispositivo. Infatti, come altri prodotti della linea di prodotti professionali di HP, troviamo anche in questo caso BIOSphere e in particolare HP SureStart che consente, nel caso che un malware attacchi il BIOS, di ripristinarlo entro 30 secondi garantendo così la possibilità di proseguire il lavoro.

Altro particolare è la possibilità di poter smontare parte del dispositivo per procedere autonomamente a cambiare alcune componenti come memoria RAM o hard disk senza dover ricorrere all’assistenza HP (assistenza on-site a livello globale) e riducendo così i tempi di “fermo macchina”.

Tra gli accessori che il cliente potrà comprare ci sono, oltre alle solite custodie e borse personalizzate, anche una docking station con tecnologia Thunderbolt con possibilità di gestire monitor fino a una risoluzione 4K/UHD, docking station Wireless WiGig, docking station USB Type-C. Il prezzo attualmente non è ancora stato deciso per quanto riguarda il mercato italiano, negli Stati Uniti la configurazione base per l’HP Elite X2 X1012 con penna attiva ma senza tastiera sarà di circa 899 dollari mentre nel nostro continente il prezzo sarà di 999 euro con la Travel Keyboard che avrà un prezzo di 159 euro.

HP Elite X2 X1012

Per concludere, qualcuno si potrebbe chiedere se questo prodotto sia in qualche modo concorrente di Microsoft Surface Pro ma HP ha tenuto a precisare che Microsoft rimane un partner importante per quanto riguarda la parte servizi e software (tanto che questo modello utilizza comunque Windows 10) .

HP Elite X2 X1012, secondo la società, si pone in un mercato in cui Microsoft sta giocando il suo ruolo ma che vede entrambe le aziende, e in realtà non solo loro, portare prodotti di sempre maggiore qualità per gli utenti a prezzi sempre più concorrenziali anche in ambito professionale. In definitiva non c’è una vera e propria concorrenza ma piuttosto un obiettivo comune al quale concorrere. Da quanto abbiamo avuto modo di provare per qualche decina di minuti e con un’unità che non era ancora definitiva (ma era anche la prima arrivata in Italia, tanto da avere installato ancora Windows 8.1 e non Windows 10 come quando arriverà sul mercato), il nuovo HP Elite X2 X1012 è una soluzione che non rivoluzionerà il mercato in quanto tale.

Ci sono già modelli concorrenti simili e a volte con qualche caratteristica aggiuntiva per quanto riguarda la scelta dei processori anche più prestante di un Core M (pur rimanendo in casa Intel) ma quello che veramente potrebbe interessare la “clientela tipo” di questa proposta, ossia i professionisti e le aziende, è l’insieme di servizi e accessori offerti da HP insieme alla cura nella realizzazione di questo nuovo modello. Il corpo in alluminio e vetro da una sensazione di buona qualità anche in punti critici come il kickstand che risulta essere molto sottile ma anche solido al tempo stesso.

La possibilità di avere assistenza sia in Italia che all’estero grazie alla diffusione in moltissime nazioni della componentistica di HP Elite X2 X1012 permetterà di far dormire sonni tranquilli anche a chi viaggia molto. Non manca poi la dotazione di software per la sicurezza aziendale che è diventata una questione prioritaria quando si utilizza un solo dispositivo sia per la vita privata che per quella lavorativa mettendo al riparo da possibili fermi macchina dovuti a questo genere di inconvenienti.