Project Fuchsia: il team è cresciuto molto in questi anni

0

Se ne parla ancora poco di Project Fuchsia (o Fuchsia OS) ma il lavoro di Google sta procedendo sotto diversi punti di vista. Ricordiamo, per chi non lo sapesse, che questo progetto dovrebbe prevedere il rilascio di un sistema operativo che sostituirà Chrome OS e Android.

project fuchsia

Siamo ancora nel campo delle speculazioni in quanto Google è da sempre molto evasiva su Project Fuchsia. Quello che attualmente sappiamo è che il team di sviluppo da poche unità è passato, in due anni, a diventare sempre più grande e con sempre più persone impegnate.

Attualmente sembra che il team di sviluppo di Project Fuchsia sia superiore alle 100 persone. Secondo quanto emerso, ma ancora da confermare, il nuovo sistema operativo dovrà unire il mondo di Chrome OS e Android e potrà essere impiegato su moltissimi dispositivi, dagli smartphone, agli smartwatch agli smart-speaker.

Sempre stando alle informazioni preliminari, Project Fuchsia avrà comandi vocali integrati molto in profondità nel codice. La base su cui poggerà le fondamenta inoltre non sarà il kernel di Linux ma piuttosto Zircon, così da lasciarsi alle spalle una volta per tutte Java e le problematiche di brevetti correlate.

Project Fuchsia sarà poi improntato su sicurezza e privacy, anche in questo caso in maniera nativa e non con moduli aggiuntivi creati “al di sopra” della struttura di base. Questo dovrebbe garantire una migliore integrazione del sistema.

Ci sono alcuni dubbi sulla compatibilità con l’attuale ecosistema Android, ma Google potrebbe provvedere a strumenti per cercare di essere interoperabile. La roadmap prevederebbe in tre anni l’arrivo di Project Fuchsia all’interno degli smart-speaker, poi si passerà ai computer e infine agli smartphone.