Benvenuto in Tech Station Forum.
+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Amministratore Redazione is on a distinguished road
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Localitā
    On the Web!!
    Messaggi
    1,850

    Affossato il DRM: consumatori felici portano maggiori profitti

    La Rice University e la Duke University sono le ultime di una lunga serie di istituzioni ad aver effettuato una ricerca sull’efficacia dell’utilizzo di una gestione dei diritti digitali (DRM) di tipo restrittivo: in parole povere, sull’efficacia del controllo della pirateria e della diffusione non autorizzata di contenuti quali prodotti virtuali, giochi, libri, musica, video ecc.
     (Alcuni osservatori anglosassoni, quando scrivono del DRM: Digital Rights Management, sostituiscono la parola “Rights”, diritti, con “Restrictive”, restrittivo, utilizzando la frase “gestione restrittiva (dei contenuti) digitali”: una descrizione che alcuni ritengono più accurata e che ne rimuove l’area di legittimità: comprare contenuti DRM equivale, per loro, a comprare un paio di manette digitali).
     
     
     Le due università hanno sponsorizzato uno studio chiamato Music Downloads and the Flip Side of Digital Rights Management Protection. I risultati si sono rivelati contrari alle credenze delle grandi compagnie e hanno dimostrato che la rimozione del DRM porterebbe a una diminuzione del livello di pirateria, favorendo le vendite. Il DRM è infatti puntualmente infranto, di solito entro un paio di giorni, dagli hacker, facendo sì che chi utilizza legalmente i contenuti si trovi a dover  affrontare tutti i paletti legali posti dal DRM, mentre chi li scarica illegalmente può farne quel che vuole. Cosa succede a questo punto?
    Lo studio afferma:
    “La rimozione delle restrizioni rende il prodotto più conveniente da usare e intensifica la competizione con i formati tradizionali (CD), che non hanno restrizioni DRM. “
    La maggiore competizione porterebbe a una diminuzione dei prezzi della musica scaricabile e su CD, rendendo più probabile che i consumatori acquistino i prodotti legalmente invece che scaricarli illegalmente.
    “A differenza degli studi precedenti” si legge ancora “abbiamo esaminato le scelte dei consumatori tra tutte le maggiori fonti musicali. Analizzando la competizione tra i venditori tradizionali, quelli digitali e la musica piratata, otteniamo una migliore comprensione delle forze in competizione sul mercato.”
    La parte più interessante è che, secondo questo studio, “far diminuire la pirateria non garantisce un aumento dei profitti. Infatti, la nostra analisi dimostra che, in alcune condizioni, si possono osservare minori livelli di pirateria e minori profitti.”
    In parole povere, impedire a qualcuno di copiare un contenuto non significa che quella persona lo comprerà, esattamente quello che siti come Techdirt ripetono da anni.
    Lo studio verrà pubblicato nel numero di novembre-dicembre di Marketing Science, prodotto dal Marketing Science Institute. Ironicamente, lo stesso istituto applica una forma di DRM, cosa che impedirà al grande pubblico di leggere i risultati del suddetto studio. La notizia, assieme ai risultati, è stata comunque riferita ufficialmente dalla Rice University.

  2. #2
    Amministratore Delex ha disabilitato la reputazione
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    2,860
    <p>Era ora Finalmente qualcosa di positivo!</p>

  3. #3
    Moderatore Dexter is on a distinguished road
    Data Registrazione
    Aug 2011
    Messaggi
    3,202
    La rovina dei giochi sono i DRM e l'ottimizzazione, un'esempio eclatante di entrambi i problemi č GTA 4, speriamo che cambino direzione....

    CPU: i7 920 @4 Ghz @1.264v / MOTHERBOARD: Gigabyte GA-X58A-UD7 (BIOS F7)/ RAM:Corsair Dominator 1600 Mhz CL 6-7-6-14-50 1t 3x2 GB / VGA: 2x HD6950 @ HD6970 / AUDIO: Realteck Integrata / SSD: Samsung 840 Evo 250 Gb / HDD: 4x Barracuda 500 GB Raid 0/10 Cache/Dati & 1x: WD Green 2Tb Bakup/ MONITOR: LG 32" 1920x1080/ COOLING:Black Sun CPU e GPU, NorthBridge Cooler Master ??? / ALIMENTATORE: Enermax Revolution85+ 1050w / CASE: CoolerMaster HAF X

  4. #4
    Amministratore Delex ha disabilitato la reputazione
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    2,860
    Infatti :/


 

Members who have read this thread : 0

You do not have permission to view the list of names.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi