<p>Il produttore di smartphone basati su sistema operativo Android <strong>Sony Ericsson</strong> ha reso noti i risultati fiscali per il terzo trimestre del 2011 mostrando alcuni dati che potrebbero essere considerati incoraggianti nell'immagine complessiva dell'azienda.</p>
<p>Iniziamo subito citando le parole di <strong>Bert Nordberg</strong> (Presidente e CEO di Sony Ericsson) che ha commentato "Abbiamo ottenuto un solido miglioramento delle entrate pari a 73 milioni di euro pre-imposte con un rimbalzo rispetto al trimestre precedente del 33% e un aumento nelle vendite sugli smartphone basati su Android Xperia che ora rappresentano più dell'80% delle vendite e abbiamo spedito 22 milioni di smartphone Xperia fino ad oggi".</p>
<p>Inoltre Nordberg ha anche aggiunto che Sony Ericsson continuerà ad vestire nel mercato degli smartphone, spostando l'intero portafoglio verso questa tipologia di prodotti nel corso del 2012, come poi era stato già preannunciato qualche tempo fa.</p>
<p>Se si guarda ai numeri delle unità vendute nel terzo trimestre sono state pari a 9,5 milioni ossia un 9% in meno anno-su-anno ma se si considera il precedente trimestre si scopre che invece c'è stato un aumento (nel Q2 2011 erano 7,6 milioni).</p>
<p>Sale il prezzo medio di vendita degli smartphone che è pari a 166 euro con le vendite per il trimestre che hanno raggiunto gli 1,6 miliardi di euro (con una sostanziale parità rispetto allo stesso periodo del 2010).</p>