Il colosso di Mountain View ha deciso di ampliare gli strumenti a disposizione degli utenti e degli sviluppatori per capire quante richieste di rimozione di contenuti (e non solo) vengono effettuate da parte dei governi.

Link: Google: la trasparenza sul web prima di tutto