Quando Google lanciò il suo servizio gratuito di posta elettronica Gmail, nel 2004, il mondo delle caselle email gratuite conobbe una rivoluzione senza precedenti, passando da pochi megabyte di capienza che rappresentavano lo standard fino a quel momento ad addirittura 1 Gigabyte, un salto enorme, tanto che, all'epoca, molti scambiarono l'annuncio per un "pesce d'aprile", visto che la notizia venne diffusa proprio il primo di aprile.

A quasi quattro anni di distanza, quello che era sembrato un simpatico scherzo è diventato un servizio che conta milioni di utenti in tutto il mondo e lo spazio a disposizione per le proprie email è raddoppiato e continua ad aumentare.




Con così tanto posto a disposizione, usare Gmail solamente per conservare la posta elettronica e gli allegati può sembrare quasi uno spreco. E allora perchè non utilizzarlo come un hard disk portatile per i backup o per avere sempre a portata di mano i propri file, da qualsiasi postazione ci si connetta?

Questo è ora possibile grazie a gDisk, l'applicazione permette infatti di utilizzare lo spazio offerto da Gmail al di fuori del servizio di posta elettronica, trasformandolo in un hard disk virtuale a cui sarà possibile accedere con gli stessi username e password della propria casella di posta Google Mail.