Microsoft Paint è uno dei pochi programmi preinstallati su Windows per i quali manca un’alternativa su Mac OS X. Per colmare questa piccola lacuna vi presento iPaint, un clone freeware e open-source dell’elementare applicazione per Windows che può rivelarsi utile in alcune occasioni.



iPaint presenta un’interfaccia grafica minimalista e perfettamente integrata con quella di Mac OS X 10.5. Vi anticipo che è inutile cercare funzioni aggiuntive tra i semplici menu: l’applicazione ha pochissimi strumenti a disposizione dell’utente, tutti raccolti in una barra in trasparenza che compare all’avvio.

Dal piccolo pannello delle preferenze di iPaint è possibile attivare un paio di funzioni ancora in beta testing. Vi sconsiglio, però, di attivare tali funzioni a meno che non vogliate imbattervi in una serie infinita di crash.

iPaint 1.9 (11) richiede Mac OS X 10.5 ed è disponibile per il download a questa pagina (1.4 MB). La versione 2.0 è attualmente in sviluppo e dovrebbe portare qualche funzione aggiuntiva e una maggiore stabilità.

Fonte.