Nella giornata odierna sono stati presentati i televisori LG 2018: si tratta di due famiglie di prodotti che adottano pannelli OLED o Nano Cell e che vanno a posizionarsi nella fascia alta del portafoglio prodotti permettendo di dare all’utente varie opzioni per quanto riguarda le dimensioni, il prezzo e non solo! Scopriamoli insieme.

I televisori LG 2018 si suddividono nelle categorie W8, E8, C8, B8, SK9500, SK8500, SK8100 che si differenziano per tecnologia impiegata (come scritto sopra, sono due le tipologie di pannelli), per i pollici di diagonale e per altre caratteristiche accessorie senza però rinunciare al design che viene sfruttato al meglio grazie alle possibilità offerte dalle cornici ridotte.

Televisori LG 2018: dal pannello al processore

Prima di parlare nello specifico dei modelli introdotti oggi, si inizia da ciò che non si vede ma che è fondamentale per garantire la qualità: il nuovo processore α9 (Alpha9) consente di far esprimere al meglio le potenzialità agli schermi OLED.

Il SoC è realizzato internamente da LG ed è basato su architettura ARM. Questo consente di avere il meglio del connubio tra la parte dedicata alla visualizzazione (il pannello) e all’elaborazione (il processore).

Il nuovo processore permette di avere un incremento della potenza di calcolo del 35% con un sistema di elaborazione quad-step che consente di ridurre la granulosità dell’immagine, il rumore di banding e migliorando complessivamente la qualità delle immagini riprodotte dai televisori LG 2018.

Grazie alla tecnologia OLED (per i pannelli che la prevedono), il nero è ancora più “nero” tanto che la campagna pubblicitaria che vedremo nei prossimi mesi da parte di LG si baserà sullo slogan “Black is colorful”. Il nuovo SoC Alpha 9 integrato nei televisori LG 2018 supporta la tecnologia High Frame Rate (abbreviata in HFR) così da non avere problemi con le immagini che si muovono velocemente sul pannello tanto da arrivare a 120 fotogrammi al secondo (fps).

I nuovi schermi non potevano non avere il supporto alla risoluzione 4K/UHD con Cinema HDR supportando la maggior parte dei formati per HDR come Dolby Vision, Advanced HDR by Technicolor, HDR10 Pro e HLG Pro (Hybrid Log-Gamma). Il tutto è gestito dall’algoritmo realizzato da LG che è l’Enhanced Dynamic Tone mapping così da avere un’elaborazione frame-by-frame.

Anche l’audio ha avuto un trattamento di riguardo per i televisori LG 2018 con l’audio surround object-based di Dolby Atmos. Abbiamo potuto saggiare la potenza della sound-bar in diversi casi e nonostante non si abbiano più casse in giro per la stanza, la qualità ci è parsa più che interessante.

Ecco i modelli dei televisori LG 2018

Il top di gamma per la nuova serie è l’LG W8 disponibile in diagonali da 65″ e 77″ che possono vantare uno spessore di 2,57 mm di spessore così da essere veramente molto sottile e leggero. La parte audio supporta 4.2 canali e fino a 60 W di potenza. Non manca la tecnologia LG ThinQ AI per l’intelligenza artificiale che avevamo già visto al CES 2018 su altri prodotti.

Le dimensioni dei modelli sono pari a 1721 x 989 x 5,96 mm per il W8 77″ e 1446 x 823 x 3,85 mm per il W8 65″. Per quanto riguarda il prezzo, si parla di 14999 euro per la versione più grande e 7499 euro per la versione “più piccola”.

LG E8 è invece disponibile nelle diagonali da 55″ e 65″ con un design che punta sul cristallo per non appensantire la linea ma differenziandosi dal resto della gamma. La soundbar è stata ridotta di dimensioni e la base può essere rimossa per appendere la TV al muro.

Anche in questo caso troviamo SoC Alpha 9 con supporto a Dolby Atmos da 60 W e 4.2 canali, HFR da 120 fps e ThinQ AI (che verrà aggiornato anche a Google Assistente e non solo). Le dimensioni sono pari a 1449 x 903 x 51,8 mm da 65″ mentre la versione più piccola (da 55″) è da 1228 x 776 x 51,8 mm. Il prezzo di LG E8 arriva fino a 4499 euro mentre la base di partenza è fissata a 2999 euro.

LG C8 ha tre diagonali pari a 55″, 65″ e 77″ con la base che è più massiccia delle altre due soluzioni precedenti (di fascia più alta). La forma è studiata per migliorare la qualità audio  verso la zona frontale.

Nonostante questi modelli siano la fascia “bassa”, troviamo il processore Alpha 9, Dolby Atmos da 40 W e 2.2 canali, HFR da 120 fps e ThinQ AI. Le dimensioni sono pari a 1772 x 991 x 56 mm da (77″), 1449 x 831 x 46,9 mm (65″) e 1228 x 707 x 46,9 mm per la versione da 55″.  I prezzi di LG C8 variano da un massimo di 9999 euro, passando a 3499 euro e infine arrivando a 2499 euro.

Ancora non disponibile (arriveranno a Giugno), la gamma LG B8 è disponibile con diagonali da 55″ e 65″ con SoC Alpha 7, supporto all’audio Dolby Atmos 40 W e 2.2 canali, 120 fps, LG ThinQ AI. I prezzi non sono stati diffusi ma sappiamo già le dimensioni che saranno pari a 1449 x 831 s 46,9 mm e 1228 x 707 x 46,9 mm rispettivamente per la versione da 65″ e da 55″.

Televisori LG 2018: le versioni Nano Cell

Ma non è finita qui, come anticipato, LG ha presentato anche le versioni SUPER UHD che sfruttano la tecnologia Nano Cell che nel 2018 è stata unita a quella Full Array Dimming Pro così da controllare in maniera singola la retroilluminazione migliorando il constrasto e i livelli di nero.

La retroilluminazione è Full LED e non solo nelle bande laterali, così da avere un’illuminazione più uniforme. Di seguito la lista e i prezzi dei modelli con relative diagonali:

  • SK9500 (65”) – 2999 euro
  • SK9500 (55”) – 2099 euro
  • SK8500 (65”) – 2599 euro
  • SK8500 (55”) – 1799 euro
  • SK8500 (49”) – 1399 euro
  • SK8100 (75”) – 3499 euro
  • SK8100 (65”) – 2199 euro
  • SK8100 (55”) – 1499 euro
  • SK8100 (49”) – 1199 euro