Android P: sarà ottimizzato per i notch e per Assistente

0

Android P debutterà tra qualche mese durante la Google I/O 2018 che si terrà dall’8 al 10 Maggio 2018, per vederlo su smartphone e tablet bisognerà aspettare Agosto (o Settembre) ma anche il debutto dei nuovi Pixel 3 per Ottobre. Il nome in codice di Android P è attualmente Pistacchio Ice Cream (gelato al pistacchio) ma è un nome non definitivo e utilizzato dagli sviluppatori di Google.

Essential Phone

Ma quali saranno le novità di Android P? Una delle principali sarà il supporto ai notch, ossia le rientranze in stile iPhone X che si trovano ancora su pochi smartphone Android ma che diventeranno usanza sempre più comune tra i produttori (per esempio per Huawei, ZTE, Essential Phone e altri ancora).

Un’altra delle novità sarà un’integrazione sempre più spinta tra Android P e l’Assistente di Google che potrà essere impiegato dagli sviluppatori all’interno delle applicazioni per fornire informazioni e aiuti contestuali a ciò che si vede nella schermata.

Ci sarà un miglioramento dell’autonomia anche se non si sa in quali termini e con quali strategie ma anche un nuovo design e il supporto agli schermi flessibili che potrebbero debuttare a fine anno in qualche edizione limitata. Ci sarà un supporto migliorato alle applicazioni multi-finestra per migliorare il multitasking e proprio per favorire gli smartphone con schermi flessibili o con più schermi.

Android P dovrebbe essere distribuito nativamente su Pixel, Pixel 2 e Pixel 3 mentre dovrebbe terminare il supporto agli ultimi smartphone della linea Nexus che hanno ricevuto Android 8.1 Oreo (al momento attuale) ma che potrebbero essere troppo obsoleti, soprattutto nel caso di Nexus 5X, per poter ricevere anche il gelato al pistacchio.