Android security patch: Google “forzerà” gli OEM

0

Gli aggiornamenti su Android sono sempre una questione spinosa e ben lontani dalla concorrenza di Apple. Ora però Google potrebbe scegliere di mettere in atto una mossa strategica per le Android security patch.

android smartphone

Infatti, il produttore di Mountain View potrebbe modificare gli accordi con i produttori per “costringerli” ad accuparsi con maggiore fermezza per il rilascio delle Android security patch così da avere un maggior numero di smartphone e tablet protetti contro malware e bug.

A dichiararlo durante la conferenza per sviluppatori Google I/O 2018, dove è stato svelato anche Android P, è stato David Kleidermacher (capo della sicurezza per la piattaforma Android in Google).

L’alto dirigente ha dichiarato “abbiamo anche lavorato sulla creazione delle patch di sicurezza nel nostro accordo con gli OEM. Ora questo porterà a un enorme aumento del numero di dispositivi e degli utenti che riceveranno regolarmente patch di sicurezza”.

Si tratta sicuramente di una buona notizia per tutto l’ecosistema Android che ha sempre sofferto sia per gli aggiornamenti del sistema principale sia per le Android security patch. Con i rischi sempre più crescenti in questo settore e con sempre più dati contenuti all’interno di smartphone e tablet, l’esigenza era diventata ormai pressante.

Questa nuova politica di Google e dei suoi partner potrebbe finalmente portare una “boccata d’aria” agli utenti. Ora non resta che vederla messa in pratica in maniera realistica e capire come si comporteranno “sul campo” i produttori.