iPhone X: Apple potrebbe sospenderne la produzione a “breve”

0

Sembra che iPhone X non abbia fatto breccia nel cuore degli utenti e che per la metà dell’anno in corso non sarà più prodotto lasciando prima posto a iPhone 8 e iPhone 8 Plus e poi ai tre modelli che saranno lanciati come sempre nel periodo di Settembre. A dichiararlo non è una persona qualsiasi ma Ming-Chi Kuo di KGI Securities, ossia il miglior analista di mercato quando si tratta di prodotti della mela morsicata e che in passato è stato decisamente affidabile svelando prima di tutti iPhone X e Face ID.

Benché i piani di Apple rimangano effettivamente riservati, sarebbe la prima volta che un modello della generazione passata esca direttamente di produzione senza affiancare la nuova generazione sul mercato (con un prezzo ribassato). Tant’è che ancora adesso si può comprare iPhone 7 e soluzioni ancora meno recenti senza troppi problemi e anzi, le vendite starebbero andando decisamente bene per via della riduzione del prezzo non favorendo così iPhone X. Proprio il super-smartphone di Apple avrebbe avuto problemi di vendita in Cina con numeri ben al di sotto delle aspettative per via della scelta degli utenti di tenere i vecchi modelli piuttosto che aggiornare a quelli più recenti facendo così crollare le vendite che già erano partite in ritardo per via delle problematiche produttive.

Secondo le stime di Ming-Chi Kuo, la società di Cupertino venderà circa 18 milioni iPhone X nel Q1 2018 e 13 milioni nel Q2 2018 con vendite totali nel periodo produttivo di circa 62 milioni di unità ben al di sotto delle 80 milioni che gli analisti e la società si aspettavano. Sempre l’analista di mercato crede che il ciclo di novità per Apple inizierà in realtà con la nuova produzione che comprenderà il sostituto di iPhone X ma anche una versione più grande da 6,5″ che potrebbe acconterare i gusti cinesi e una economica da 6,1″ con display LCD IPS e non OLED riducendo il costo di produzione e facendolo diventare più abbordabile.