Oppo R15: ecco come potrebbe essere OnePlus 6!

0

Oppo R15 è stato finalmente svelato, ma per gli utenti occidentali la sua importanza è relativa: infatti non è tanto il modello in sé ad attirare l’attenzione quanto il fatto che questa sarà quasi sicuramente la base sulla quale sarà realizzato OnePlus 6. Che è forse più importante per gli utenti italiani (e non solo).

oppo r15

E’ da diverso tempo infatti che i due produttori che fanno riferimento, insieme a Vivo, a un’unica società condividono buona parte del design esteriore lasciando le differenze alla parte hardware e software e alla strategia commerciale. Infatti se Oppo punta alla fascia media e medio-bassa in Cina, OnePlus compreso il nuovo OnePlus 6, punta alla fascia alta a livello globale.

Questo è uno dei segreti di come OnePlus (e dovrebbe essere così anche per OnePlus 6) riesca a mantenere prezzi concorrenziali nonostante le caratteristiche tecniche decisamente interessanti. Condividere ricerca e sviluppo oltre che parte della componentistica e dei macchinari per realizzare i prodotti consente di ridurre i costi di produzione e quindi avere un prezzo più aggressivo sul mercato invogliando gli utenti all’acquisto.

Parlando di Oppo R15 (il fratello di OnePlus 6) troviamo che ci saranno due varianti: una standard e l’altra chiamata Dream Mirror. Lo schermo anteriore sarà da 6,28″ di diagonale con pannello OLEd con rapporto di 1:2.1 mentre la risoluzione sarà pari a 2280 x 1080 pixel e sarà presente il notch, come già visto in alcuni rumors. Il rapporto schermo-corpo dovrebbe essere così di circa il 90%, un ottimo risultato.

oppo r15

Le dimensioni complessive sono pari a 155,3 x 75 x 7,5 mm per la versione Dream Mirror e di 155,1 x 75,2 x 74 mm per quella standard. Una delle maggiori differenze sarà il SoC che nel caso di Oppo R15 è un Helio P60 o Snapdragon 660 (Dream Mirror) mentre entrambi gli smartphone hanno 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di storage. Per OnePlus 6 invece ci dovrebbe essere spazio per 6 GB o 8 GB di RAM e 64 GB o 128 GB di spazio di storage oltre a un SoC Snapdragon 845.

Per quanto riguarda invece le fotocamere, nella zona posteriore troviamo due soluzioni con quella più prestante (Dream Mirror) che comprende un sensore Sony IMX519 da 16 MPixel e f/1.7 mentre il secondo sensore è da 20 MPixel e f/1.7 con la fotocamera frontale che è da 20 MPixel e f/2.0. Il sensore per le impronte digitali è posizionato nella zona posteriore e ha una forma che non è più perfettamente circolare mentre a differenza del prototipo di OnePlus 6 avvistato in precedenza, le fotocamere non sono in verticale ma in orizzontale.