PocoPhone: ecco la filosofia del sub-brand di Xiaomi

0

Abbiamo scritto nei giorni scorsi dell’arrivo anche sul mercato europeo (per il momento non in Italia) del nuovo brand PocoPhone. Si tratta di un sub-brand di Xiaomi che punta a realizzare smartphone competitivi dal punto di vista delle caratteristiche e del prezzo.

pocophone

Un primo esempio è stato il PocoPhone F1, che nonostante abbia un SoC Snapdragon 845 costa poco più di 400 euro. Ora, Jai Mani (Head of Product di Xiaomi) ha voluto spiegare qual è la fisolosofia dietro agli smartphone che saranno venduti con il brand PocoPhone. La lettera aperta, che si può leggere qui sopra e rilasciata su Twitter, sostanzialmente mette in luce le differenze e le somiglianze con Xiaomi.

Quello che viene scritto dal dirigente è che, sostanzialmente, PocoPhone produrrà smartphone prestazionali puntando solo sulle tecnologie che contano. Viene fatto l’esempio degli smartphone che attualmente hanno superato i 1000 euro sul mercato e questo trend vorrebbe essere invertito da soluzioni come quelle di Xiaomi/PocoPhone.

In particolare con il primo modello (l’F1) si punterà alla velocità nel mondo reale e non alle prestazioni che guardano solo ai benchmark e a nient’altro. Come poter riuscire ad avere prezzi competitivi e prestazioni elevate? Il “trucco” è nell’ottimizzazione la produzione, puntando a una collaborazione stretta con Xiaomi dei quali gli smartphone del nuovo brand prenderanno molto ma non tutto, riducendo il prezzo di vendita. La situazione è molto simile a quella che possiamo trovare nel binomia Huawei/Honor, insomma.

Attualmente non ci sono informazioni sull’arrivo ufficiale sul mercato italiano mentre in altri mercati, come quello rumeno, sono già disponibili. Non resta che attendere e capire la strategia che Xiaomi vorrà adottare.