Apple: un fornitore di componentistica di iPhone 8 si ritira

Smartphone e tablet - Pubblicato il da Mattia Speroni

Gli RFPCB alla base di iPhone 8 sarebbero problematici da realizzare e uno dei tre fornitori di Apple si sarebbe ritirato. Ora ne rimangono due e la società di Cupertino sta tentando di aiutarli con la produzione.

Apple avrebbe ancora problematiche per quanto riguarda iPhone 8 e la sua produzione considerando che uno dei tre partner della società di Cupertino per la realizzazione degli RFPCB si è ritirata dalla commessa per via degli scarsi introiti, dell'alta qualità richiesta e delle basse rese produttive. Dopo il ritiro del produttore di origini taiwanesi (secondo fonti vicine alla vicenda) rimangono altri due produttore sud-coreani che però potrebbero avere problematiche di approvvigionamento della componentistica da installare sugli RFPCB.

iphone se

Ovviamente Apple non vuole che la produzione di iPhone 8 subisca ritardi considerando che in generale sembrerebbero esserci altri problemi legati allo schermo e alla definizione delle caratteristiche definitive del prodotto (che dovrà poi incontrare la produzione di massa). Per assicurare che l'RFPCB del nuovo prodotto non subisca interferenze produttive la società di Cupertino ha voluto comprare componentistica per un valore totale di decine di milioni di dollari per poi fornirla alle due società coreane che si occuperanno dell'assemblaggio.

Le due società rimanenti si chiamano Interflex e Youngpoong Electronics e se anche Apple inizierà ad affidare il compito di assemblaggio e produzione a queste due realtà (che poi spediranno le parti rimanenti in Cina e nei vari stabilimenti Foxconn), la società di Cupertino ha intenzione di trovare un terzo fornitore così da assicurarsi una produzione migliore e con più unità complessivamente.

comments powered by Disqus