Facebook: nel News Feed ci sarà più spazio per amici e gruppi!

Software e digital life - Pubblicato il da Mattia Speroni

Facebook cambierà in questi mesi il News Feed 2018 che sarà più improntato sulle relazioni tra amici che non sui brand, ma d'altra parte ci saranno più pagine che dovranno pagare per essere visibili (o non cadere nel dimenticatoio).

Con un post su Facebook, Mark Zuckerberg ha annunciato importanti cambiamenti per quanto riguarda il News Feed degli utenti che (per farla breve) mostrerà più post di amici, parenti e gruppi e meno di pagine e brand facendo pensare che sia una mossa per far rimanere più vicine e a contatto le persone tra di loro e diventare meno una piattaforma commerciale come invece si stava preconfigurando fino a qualche tempo fa, sicuramente in maniera più esplicita. Ma ecco alcune delle parole di Mark Zuckerberg e cosa dovrebbero comportare.

facebook

Secondo il creatore del social network da oltre un miliardo di utenti, Facebook è stato creato "per aiutare le persone a rimanere in contatto e avvicinarci con le persone che ci interessano. Ecco perché abbiamo sempre messo gli amici e la famiglia al centro dell'esperienza". Stando a una ricerca effettuata da Facebook per quanto riguarda l'interazione tra utenti e News Feed, i post di aziende, marchi e media stanno diventando troppo invasivi rispetto ai contenuti personali allontanando così le persone. Sempre nel post si legge che "ci sentiamo responsabili nel garantire che i nostri servizi non siano solo divertenti da usare, ma anche utili per il benessere delle persone. Quindi abbiamo studiato attentamente questa tendenza osservando la ricerca accademica e facendo la nostra ricerca con i maggiori esperti delle università. La ricerca mostra che quando usiamo i social media per connetterci con le persone a cui teniamo, può essere positivo per il nostro benessere".

I cambiamenti nel News Feed di Facebook sono iniziato l'anno scorso e ci vorranno ancora dei mesi perché la nuova modalità entri in azione per tutti e a tutti i livelli. Lo si noterà dal fatto che ci saranno più post personali di amici, parenti e gruppi e meno di pagine, media e altre tipologie di contenuti come descritto sopra dallo stesso Zuckerberg e ci sarà anche più spazio per seguire squadre sportive e Serie TV (per esempio) in quanto fungono da aggregatore e aumentano lo scambio di contenuti e le relazioni tra gli utenti. Ovviamente non bisogna necessariamente pensare che Mark Zuckerberg faccia questo per "buon cuore" quanto piuttosto per avere sempre più pagine che pagano per poter essere più visibili agli utenti e quindi portare più soldi nelle tasche di Facebook stessa penalizzando però molti contenuti che potrebbero essere interessanti ma che non sono stati spinti adeguatamente a livello monetario. Giusto o sbagliato, Facebook rimane una società privata che detta i propri regolamenti, nei limiti di legge.

comments powered by Disqus