Google Pixelbook - il nuovo portatile con Chrome OS

Notebook e Ultrabook - Pubblicato il da Pierpaolo Regnante

In occasione dell'evento lancio dei nuovi smartphone Pixel 2, Google ha presentato il nuovo "hero product" Google Pixelbook, nuovo capostipite della serie di portatili caratterizzati dal sistema operativo Chrome OS.

In occasione dell'evento lancio dei nuovi smartphone Pixel 2, Google ha presentato il nuovo "hero product" Google Pixelbook, nuovo capostipite della serie di portatili caratterizzati dal sistema operativo Chrome OS.

Il nuovissimo ultra portatile 4 in 1 Google Pixelbook si presenta come un dispositivo versatile ed altamente prestante, pronto a soddisfare gli utenti con il suo sistema operativo molto particolare e compatibile con le app Android. Google ha cercato di portare su questo dispositivo quanto di meglio il mercato avesse da offrire in termini di hardware, troviamo dunque processori Intel i5 o Intel i7, 8 o 16 GB di memoria RAM e da 128 a 512 GB di storage SSD.

A livello di design il portatile si presenta con una scocca in alluminio che punta tutto sulla trasportabilità grazie ad uno spessore di appena 10.3 millimetri ed un peso pari a 1.1 chilogrammi. La caratteristica forse più interessante di questo Google Pixelbook riguarda il nuovo display touchscreen da 12.3 pollici Quad HD LCD da 2400 x 1600 pixel, predisposto per essere utilizzato in accoppiata con la Pixelbook Pen, una "penna" digitale che permette di scrivere sul Pixelbook come fosse una penna vera. Lo schermo, infatti, è in grado di riconoscere circa 2000 punti di pressione, oltre ad essere molto reattivo nel riconoscimento dei tocchi con un lag di soli 10 millisecondi.

Con questo Google Pixelbook, Google punta a comptere con prodotti come il Microsoft Surface o l'iPad Pro di Apple, puntando ad una nicchia di mercato che non riesce a fare a meno dei servizi del colosso di Mountain View. Apprezzata particolarmente nel mercato americano, la linea di prodotti con Chrome OS, vanta la possibilità di utilizzare nativamente anche le applicazioni Android. Google ha puntato molto su questa caratteristica, considerando infatti che gli utenti passano generalmente più tempo sui propri dispositivi mobile che sui propri computer, la possibilità di avere un ecosistema omogeneo anche sul proprio portatile può rivelarsi un punto di forza.

Non manca nemmeno l'assistente virtuale di Google, sulla tastiera retroilluminata troviamo infatti un tasto dedicato a Google Assistant, mediante il quale gli utenti potranno agevolare alcune azioni quotidiane come ad esempio segnare un appuntamento in calendario.

Specifiche Tecniche

  • Schermo Touch da 12.3" QuadHD 2400x1600 pixel da 235ppi e 400 nits con supporto a Pixelbook Pen
  • Processori Intel Core i5 o i7
  • 8GB o 16GB si RAM
  • 128GB, 256GB e 512GB di SSD
  • WiFi 802.11 a/b/g/n/ac 2x2 MIMO Dual-Band e Bluetooth 4.2, giroscopio, accelerometro a 3 assi, magnetometro, sensore per la luminosità, sensore hall-effect
  • 2 USB-C e Jack da 3.5mm
  • Batteria 41Wh con 10 ore di autonomia dichiarata
  • Dimensioni pari a 290.4 x 220.8 x 10.3mm ed 1.1 chilogrammi di peso
  • Sistema operativo Chrome OS

Il Google Pixelbook è un prodotto da un certo punto di vista attraente perché si discosta dai soliti portatili con Windows, o dai costosissimi MacBook di Apple. Nonostante l'appeal dato da un prodotto nuovo e particolare, dotato di sistema operativo Chrome OS, il prezzo non è il suo punto forte, preordinabile già da ora in USA, UK e Canada parte purtroppo da 999 dollari ed arriva fino a 1649. 

comments powered by Disqus